Nemo e Diana in soccorso dell’ambiente

Domenica 1, sul litorale ionico e adriatico appuntamento con la prevenzione e la cura dell'ambiente, con l'installazione di strutture di rimozione dei rifiuti dispersi sulle spiagge.

Strane, e benevole, creature fanno capolino sul lungomare ionico e adriatico del Salento. In occasione del primo giorno del mese di agosto, e dell’inizio del periodo più “caldo” dal punto di vista dell’afflusso turistico, si sceglie di prevenire invece di curare, lanciando un messaggio ai fruitori delle spiagge libere, turisti e locali, e incoraggiando a non sporcare ma anche a raccogliere le spiacevoli tracce del passaggio umano nell’ambiente.

Si chiamano Nemo e Diana e sono rispettivamente un pesce mangiaplastica gigante e una sorridente sigarette mangiamozziconi, le installazioni che saranno allestite lungo il litorale di Torre Specchia domenica 1, in occasione della giornata all’insegna della sensibilizzazione ambientale con Cea Terre di Roca e i volontari del circolo Legambiente “La Poiana” di Galatina, a partire dalle 9.30.

Grazie a Nemo, i bagnanti possono partecipare attivamente alla liberazione della plastica dal mare, un modo divertente per incentivare sin da piccoli alla corretta conservazione degli spazi naturali. Nel mese di agosto, inoltre, un altro Nemo sarà installato sulla spiaggia di San Foca ed è anche l’installazione di dieci “Diana Mangiamozziconi” su tutte le spiagge libere delle marine di Melendugno, più di una a seconda della grandezza dell’arenile.

Domenica 1, si punta l’attenzione sull’ambiente anche sul litorale ionico dove sulla bella spiaggetta dei Cavalli, presso la Marina di Mancaversa, alle 10.30 sarà inaugurato “Fantastica”, il nome del Pesce contenitore dove si potranno versare bottigliette, bicchieri, posate e ogni materiale di plastica, realizzato dal maestro Vladimir Nuzzo dell’associazione Eventude.