Nel Salento magico e leggendario

Più che un libro è uno scrigno prezioso, il volume "Luoghi da favola", a cura della redazione di quiSalento, con 17 tavole illustrate, disponibile in edicola e in libreria.

Per alcuni sarà come fare un salto indietro nel tempo, quando i nonni raccontavano le storie di streghe e spiritelli, di valorosi cavalieri e principesse dal triste destino. “Luoghi da favola” è una raccolta di leggende, favole e racconti della tradizione orale, che affonda le radici nella cultura più antica del Salento, dell’immaginario che trova posto nei luoghi reali nei quali si identificano gli abitanti dell’estremo lembo del tacco d’Italia.

Più che un libro è uno scrigno prezioso che contiene e custodisce un patrimonio immateriale dal valore inestimabile. Ma ha anche il potere di svelarlo e riscoprirlo, quel patrimonio, tornando sui luoghi dove racconti, tradizioni e credenze popolari sono ambientati e hanno preso vita. Così si seguono tra le pagine le vicende di uomini audaci alla ricerca del tesoro nascosto, la fantomatica “acchiatura”, magari celato sotto un menhir, protetto da spiriti maligni da sfidare. Ci si lascia conquistare da giovani eroi che con coraggio e intelligenza sventano ingiustizie e scongiurano tragedie.

Tra le favole più note c’è la storia della Grotta della Zinzulusa che prende il nome dagli “zinzuli”, gli stracci logori e sporchi indossati dalla figlia del perfido barone. Tra quelle recuperate appena in tempo dall’oblio, ci sono altre favole e leggende meno conosciute e, proprio per questo, leggendole e raccontandole, acquisteranno nuova linfa, torneranno a splendere. Come quella di Chicco, il giovane “iaccaturo” di Porto Cesareo che sfidò il diavolo in una battuta di pesca illuminata dalla Luna, o del gigante di Racale, il giovane che fermò l’avanzata dei Turchi e salvò il suo paese o, ancora, l’indole buona del Nanni Orco che viveva nelle pozzelle di Martano. E, anche se il lieto fine non è affatto scontato, come la sorte funesta toccata alle fanciulle dell’antica Vereto, oggi Patù, il monito è onnipresente.

A impreziosire i testi curati dalla redazione di quiSalento, ci sono le tavole illustrate da Pietro Galeoto che, in punta di matita, tratteggia spiritelli e principesse tristi, santi incolleriti e creature del bosco. Aneddoti, “cunti”, pagine di storia salentina da leggere lungo un itinerario insolito e originale, una vera e propria guida al Salento da scoprire di contrada in contrada, dallo Jonio all’Adriatico, dalla costa verso l’entroterra, spiando nelle grotte naturali, tra antichi manieri e chiese vetuste. Visitando questi “Luoghi da favola”, sarà come entrare nell’anima più magica del Salento, lì dove i bambini possono sognare e gli adulti trovare conforto.

Acquista il libro sul nostro shop