“Nei peggiori bar della provincia”, dove si aggira Diego Rivera

Seduti al bar, tra una partita a carte e un bicchiere da scolare. A volte con un sorriso, a volte con un velo di malinconia. Sono volti e storie quanto mai reali, che si susseguono tra le immagini del videoclip “Nei peggiori bar della provincia”, singolo tratto da “Gran riserva”, il primo album che Carmine Tundo firma con lo pseudonimo di Diego Rivera.

Un video che è praticamente un cortometraggio, anzi, forse meglio un trailer, visto che le immagini sono materiali inediti del film documentario “Anche gli uomini hanno fame”, diretto da Francesco Lorusso, Gabriele Licchelli, Andrea Settembrini, nel quale i registi narravano la quotidianità di Nardo e Mimmi, amici di lunga data, che mescolano ricordi tra passato e presente, in una giornata estiva.

Una nuova tappa di un cammino creativo, quello di Carmine Tundo, che sembra non conoscere sosta, impegnato com’è, in contemporanea, anche nella realizzazione del progetto discografico “Per resistere alle mode”, il nuovo viaggio artistico de La Municipàl, coprodotto da luovo e Artist First, caratterizzato dalla pubblicazione di cinque doppi singoli in vinile 45 giri a tiratura limitata.