Maccheroncini con sponzali e datterini gialli

Per le ricette di quiSalento, Mariagiulia Fiordaliso, in arte Fiordigiulia, condivide con noi la ricetta dei maccheroncini con sponzali e datterini gialli.

Ph. Fiordigiulia

Se vi state chiedendo cosa siano gli sponzali…è giunto il momento di assaggiarli! Se pensate sia un altro modo per chiamare i porri…siete fuori strada! Per le ricette di quiSalento, Mariagiulia Fiordaliso, in arte Fiordigiulia, condivide con noi la ricetta dei maccheroncini con sponzali e datterini gialli.

“Questi cipollotti, che sono in realtà i bulbi non ingrossati della cipolla, sono cibo da intenditori o semplici appassionati dei prodotti salentini più di nicchia”, spiega Fiordigiulia. “Ricchi di proprietà benefiche, sali minerali e vitamine, li ritroviamo in diversi piatti della nostra cucina tipica, come base per il soffritto o come protagonisti della farcitura di ‘’pitte’’ rustiche e calzoni. Il loro aroma è dolce e poco pungente, il che li rende ottimi anche come ingrediente per gustose insalate. La ricetta che vi propongo è un primo piatto facile e veloce, in cui il gusto degli sponzali esalta quello dei datterini gialli, veri vip nella grande famiglia dei pomodori!”

Capperi, olive e origano danno al sughetto lo sprint giusto per un mix vincente!

Maccheroncini con pomodori datterini e sponzali

Ingredienti per 4 persone: 350 g di pasta fresca di grano duro tipo orecchiette o maccheroni; 3 o 4 sponzali; una ventina di datterini gialli; due cucchiai di olive verdi varietà Cerignola; due cucchiai di capperi sotto sale; olio extravergine d’oliva; origano; sale.

Affettate gli sponzali a rondelle sottili e i pomodori in quarti. Scaldate tre cucchiai di olio in padella e unitevi gli sponzali, dopo cinque minuti aggiungete i pomodori, le olive denocciolate e spezzettate, i capperi, l’origano e il sale.

Aggiungete un goccio d’acqua e coprite, facendo appassire il tutto per una decina di minuti. Lessate la pasta in acqua salata e scolatela, facendola saltare nella padella preparata. Aggiungete un filo d’olio a crudo e servito.