Leverano s’agghinda a festa per il suo novello

Torna, dopo lo stop dello scorso anno, l'evento clou dell'autunno salentino. Un'edizione "speciale" e "ottobrina", come sempre all'insegna di sorsi, sapori e arti di strada, da godere in sicurezza.

Fresco, leggero, profumato e beverino. Riscocca l’ora di Novello in festa a Leverano, e il paese si reimmerge, dopo lo stop dello scorso anno, in un weekend di profumi, sapori, suoni e, ovviamente di sorsi. Un po’ inusuale, questa 23esima edizione, rispetto al consueto tripudio, viste le logiche restrizioni imposte dalla pandemia, ma anche perché il weekend in questione è l’ultimo di ottobre, ed è la prima volta non novembrina per la manifestazione organizzata dalla Pro Loco di Leverano con il Comune.

Un’edizione inusuale e, proprio per questo, un po’ speciale, dettata dalla necessità di dare un segnale, garantendo la massima sicurezza, alle attività del territorio, in particolare, ovviamente, a quelle del settore vitivinicolo. A dispensare nel centro storico i bicchieri di novello, ma non solo, sono le cantine leveranesi: Agricola dell’Arneo, Cantina Vecchia Torre, Conti Zecca e Tenuta Annibale.

Il taglio del nastro è previsto, sabato 30, alle 19.30 in piazza Fontana, proprio nel giorno in cui, a livello nazionale, è previsto lo stappo delle bottiglie di novello. Non cambia il format della manifestazione, diffusa per corti, piazze e viuzze dell’accogliente centro storico di Leverano, dove sono allestiti gli stand che, a differenza degli altri anni, sono tutti delle attività locali. Non manca, ovviamente, l’intrattenimento musicale, gli artisti di strada e gli sbandieratori di Oria, tutte “performance itineranti”, spiega il presidente della Pro Loco Giuseppe Notarnicola, “pensate per allietare comunque il pubblico, evitando assembramenti”.

La conferenza stampa di presentazione di Novello in festa 2021

Rimarca l’importanza della manifestazione il sindaco Marcello Rolli, “questa, come altre manifestazioni, devono rappresentare un territorio e le qualità che riesce ad esprimere. Quando si parla di floricoltura, viticoltura, gastronomia si parla di conoscenza, esperienza, qualità produttiva che si esprime in questi momenti di festa. E sono il punto finale di un processo”.

Richiede non pochi sforzi organizzative questa edizione particolare di Novello in festa, “ci divertiremo ma con attenzione alla salute di tutti”, precisa l’assessore alle Attività produttive, Andrea Zecca, “procederemo a un controllo puntuale del green pass a tutti gli accessi al centro storico, si potrà stare vicini sì, ma in totale sicurezza”.

una passata edizione di Novello in festa

E tra le iniziative a corollario della festa, con i giochi di una volta in piazza, con percorsi d’arte, domenica mattina, presso la sala conferenze della Bcc di Leverano in piazza Roma, c’è la conferenza dal titolo “Tra Cuore e Mente – Che cosa c’è di speciale nel vino di Leverano”.

E non solo nel vino si direbbe, nel novero delle iniziative e della convinta azione amministrativa rivolta alla comunità, Novello in festa tiene a battesimo un altro progetto sul quale l’amministrazione punta, “tra le varie eccellenze di questa edizione”, spiega il vicesindaco Nuccio Muci, “c’è Ingranaggi di Comunità, un progetto di recupero della torre dell’orologio finanziato con fondi ministeriali, che consente di fruire anche dell’interno della torre. Le associazioni che ne fanno parte forniranno percorsi guidati nel centro storico, con la narrazione dei luoghi e dell’opera dell’artista Geremia Re”.