L’apiario didattico nella natura di Portoselvaggio

Sarà grande lo stupore dei bambini nello scoprire che le regine non vivono solo nelle favole, ma anche negli alveari. A Portoselvaggio apre un apiario didattico, progetto promosso dall’associazione La terra per i piccoli ets”, sostenuto dal Comune di Nardò e dall’ente di gestione del Parco di Porto Selvaggio – Palude del Capitano. L’idea è accogliere le scolaresche per far conoscere da vicino la vita di questi piccoli insetti operosi, produttori di miele dolcissimo, che hanno un ruolo molto importante nel mantenimento della biodiversità e nella conservazione della natura.

L’apiario è allestito nei pressi della masseria Torre Nova, e appena le condizioni sanitarie lo permetteranno, i bambini e le bambine della scuola dell’infanzia e della primaria potranno osservarlo da vicino e in sicurezza. Scopriranno che hanno una struttura sociale ben organizzata, a capo della quale c’è l’ape regina che regola la vita della colonia, che i maschi hanno la sola funzione di fecondarla e che il gruppo più grande è composto dalle api operaie, sono loro a succhiare il nettare dei fiori. Il percorso comprende anche la partecipazione alle operazioni di smielatura con l’assaggio finale del miele appena raccolto.

L’obiettivo è sensibilizzare i più piccoli sul corretto rapporto tra l’uomo e la natura. Le api rischiano di scomparire a causa dell’inquinamento e dell’eccessivo uso di pesticidi in agricoltura. Occorre salvaguardare l’ambiente per tutelare anche la vita di questi piccoli esserini, che impollinando i fiori, garantiscono la vita di molte specie vegetali diverse nonché la produzione della frutta e la verdura che arriva tutti i giorni sulla tavola.