La rosa bianca: un fumetto dallo spirito forte

La rosa bianca

Non aveva ancora ventidue anni Sophie Scholl, quando la sua testa cadde, ghigliottinata dal boia. Ed era di qualche anno più grande suo fratello Hans, che con lei condivise la triste sorte. Era il 22 febbraio del 1943 quando la loro condanna disgregò il gruppo della Rosa Bianca, con il quale alcuni giovanissimi studenti tedeschi cercarono di resistere pacificamente al nazismo.

Non c’erano solo Hans e Sophie ma anche Alexander Schomorell, Christoph Probst e Willi Graf tra gli attivisti che a Monaco di Baviera si organizzarono in segreto per distribuire volantini e sensibilizzare i cittadini tedeschi, inneggiare alla libertà e alla non-violenza. Questa storia racconta di un’ingenuità quasi spregiudicata che incontra il coraggio di chi è stato capace di affrontare la morte con dignità esemplare, e oggi riprende forma tra le pagine del fumetto  “La rosa bianca. Uno spirito forte, un cuore tenero” di Stefano Palma, illustratore del collettivo C.A.LM., tra i fondatori della rivista di graphic journalism Lamantice.

La sua matita reinterpreta liberamente il romanzo “La Rosa Bianca” di Inge Scholl, e la sobrietà del suo tratto è coerente con una ricostruzione storicistica capace, al tempo stesso, di trasmettere l’impalpabilità del sogno e dell’utopia di quel gruppo di intellettuali che si accorgeva con lucidità della deriva sociale e culturale del popolo tedesco, condizionato dalla macchina di propaganda di regime, da combattere proprio con “spirito forte e cuore tenero”, così come teorizzava il filosofo cattolico Jacques Maritain.

È un motto, questo, condiviso in pieno dall’associazione Treno della Memoria, che produce il fumetto come ulteriore tassello di un impegno pluriennale nella promozione della memoria e dell’impegno tra migliaia di studenti accompagnati in un percorso di conoscenza, che culmina nella visita dei campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau.

Per l’associazione, quella di Sophie, Hans, Christoph, Alexander e Willi è “una storia che ha la forza di parlare alla nostra quotidianità, alle nostre scelte, che ci mette di fronte al nemico da combattere chiamato indifferenza”.

STEFANO PALMA
LA ROSA BIANCA.
UNO SPIRITO FORTE,
UN CUORE TENERO
PP. 82, EURO 10
EDIZIONI ERGOT