Hortus, l’autunno “verde” nella Città Bianca

La villa comunale "Sandro Pertini" di Ostuni ospita la manifestazione dedicata a giardinaggio, orticoltura e salvaguardia della natura. In programma sabato 16 e domenica 17

La Città Bianca si trasforma in un florido e rigoglioso giardino fiorito per la sesta edizione di Hortus Ostuni, la manifestazione dedicata alle tematiche della salvaguardia della natura e del recupero e la tutela delle specie endemiche. La villa comunale “Sandro Pertini” sabato 16 e domenica 17, ospita la rassegna organizzata da Puglia Hortus in collaborazione con il Comune di Ostuni, che cade nel pieno dell’autunno, stagione ricca di colori e sapori, molto attesi dopo un’estate siccitosa e le sue tinte di grigio, dovute ai numerosi incendi.

Un weekend carico di narrazioni per un evento che ha per cuore le tantissime esposizioni che riguardano il giardinaggio e l’orticoltura, con piante, fiori, ortaggi, prodotti per il verde e tutti gli articoli dedicati alle varie attività, hobbistiche e professionali. Tra le tante esposizioni, da segnalare “Carnivore in mostra”, curata da Luciano Ungaro; arrivano poi dalla Sicilia piante grasse, agrumi e le famose aromatiche Clagia; dalla Puglia i frutti antichi di Roberto De Giorgi, i fruttiferi del vivaio Spinelli, le graminacee del famoso Giardino della Moscatella; da Roma, le rose di Cipriani e le bulbose di Floriana. E poi ancora i vasi da giardino, piante acquatiche, plumerie, piante grasse e rare, le bulbose sudafricane, ma anche gli oli essenziali… e molto altro.

Previsti, inoltre, conferenze e laboratori didattici per adulti e bambini con approfondimenti particolari sui temi della biodiversità e recupero delle antiche varietà. Tra gli ospiti, invece, Andrea Cattabriga, presidente dell’associazione per la Biodiversità e la sua conservazione, ideatore, a Bologna, della “Festa del cactus” e, quest’anno, uno dei protagonisti dell’operazione Atacama, che ha permesso di restituire al Cile oltre mille fra i cactus più rari del mondo, trafugati illegalmente.

“Hortus è senza dubbio un evento di grande rilievo nazionale e siamo felici di poterne essere partner ormai consolidati”, dichiara il sindaco di Ostuni Guglielmo Cavallo, “l’attenzione che quest’anno si vuole dare anche al futuro del nostro paesaggio è fondamentale per acquisire consapevolezza e trovare, insieme, soluzioni anche alla piaga della Xylella”.

Si rinnova la collaborazione con la storica rivista di settore “Gardenia” e di nuove si stringono, come quella con l’Associazione Fotografi Naturalisti Italiani (AFNI), che da oltre 30 anni documentano ed esaltano con i loro scatti la bellezza degli ambienti naturali. “Insieme continueremo a sensibilizzare i cittadini sulle esigenze di tutela della natura e dell’ambiente ma anche promuovendo una crescita culturale”, spiega il Presidente di Hortus Puglia Pierangelo Argentieri,  “per questo lanceremo il primo concorso fotografico della nostra manifestazione con premiazione nella prossima edizione primaverile”.

Tra gli appuntamenti: sabato 16, l’associazione Ville e Giardini di Puglia presenta “Il Giardino della Cutura, pietra preziosa del Salento meridionale”, con Fabio Ippolito che conversa con i suoi creatori, ricordando la grande personalità dell’appassionato Toto Cezzi. Domenica 17, in programma una tavola rotonda sulle ipotesi di strategie possibili di riforestazione del Salento. La mostra mercato è aperta al pubblico dalle 10 alle 20. Info: www.pugliahortus.it