Gli appuntamenti del fine settimana tra boschi e nuove foreste

Domenica 21 si celebra la "Giornata nazionale degli alberi" e nel Salento un ricco weekend di iniziative è l'occasione per incontrarsi e piantare "future foreste".

Giardino della Quercia Vallonea a Corigliano d'Otranto

Un albero è ossigeno, respiro. Un albero è fresco, riposo. Un albero è casa, riparo. Un albero è colori, bellezza. Un albero è cibo, ristoro. Gli alberi sono la vita e dal 2013 si è scelta la data del 21 novembre come ricorrenza nazionale per celebrarli e ricordare quanto questi esseri viventi, tra i più longevi della terra, siano indispensabili per l’uomo e il pianeta.

In tempi di emergenza climatica è da tenere ben presente quanto gli alberi siano validi alleati per prevenire il dissesto idrogeologico, proteggere la biodiversità, tutelare l’intero ecosistema e contenere l’inquinamento atmosferico. Sono diverse le iniziative organizzate nel Salento domenica 21 in occasione della “Giornata nazionale degli alberi” che è anche una dichiarazione d’amore e di rispetto per la natura. In programma l’inaugurazione di una “food forest” di quartiere, visite guidate e camminate nei borghi, in città e nei boschi, tiri con l’arco, teatro, musica, degustazioni e molto altro.

LECCE – sabato 20 “Fo(od)resta”. Quale migliore occasione se non il weekend che celebra agli alberi per inaugurare una piccola e “gustosa foresta” in città. Al Parco Melissa Bassi, un angolo di verde che fa da cerniera tra viale della Libertà e la zona 167 di Lecce, l’associazione Fucina Salentina, con il progetto Fo(od)resta ha messo a dimora alberi da frutto e alberi e arbusti da supporto. A distanza di qualche mese, sabato 20 a partire dalle 10, apre alla città. L’inaugurazione è un invito rivolto a chi  ha voglia di sporcarsi le mani e piantare nuovi alberi, e prendersi cura di uno spazio verde come bene collettivo, insieme a tutta la comunità di quartiere, ai volontari, alle associazioni e agli enti di quartiere, già contagiati dalle buone pratiche ecologiche e di condivisione del parco. Tra le varietà di alberi da frutto piantati ci sono noci, peri, ciliegi, susini, agrumi, gelsi, melograni, percochi e molti altri. Accanto agli alberi da frutto anche un centinaio di alberi e arbusti da supporto come eucalipto, lentisco, falso pepe, more senza spine, carissa macrocarpa, elaeagnus ebbingei, perché una food forest è anche un insieme di piante e microorganismi che si aiutano a vicenda, si supportano nella crescita e creano biodiversità. Info: fucinasalentina@gmail.com

LEVERANO – venerdì 19. “Piantare alberi è la cosa che ci riesce meglio e che di più ci piace fare”, dicono dall’associazione di volontariato naturalistico Inachis di Leverano, che iniziano le celebrazione della “Giornata Nazionale degli Alberi” venerdì 19 alle 18.30 alla Biblioteca Comunale con la presentazione dell’”Altlante degli alberi monumentali di Puglia” a cura di Gian Pietro Di Sansebastiano, docente di Botanica generale all’Università del Salento. Domenica 21, invece, l’appuntamento è al Giardino delle Fate per una giornata intensa: si inizia alle 9.30 con la piantumazione di alcuni alberi. Si prosegue con una dimostrazione di tiro con l’arco e di “mobility dog”, laboratori creativi, letture, scambio di semi e talee. In programma anche la semina a spaglio di un prato fiorito con specie annuali e perenni e, in collaborazione con il CRAS (Centro Recupero Fauna Selvatica Omeoterma del Museo di Storia Naturale del Salento) di Calimera, vengono liberati alcuni esemplari di fauna selvatica recuperati e curati. Info: 328/3284199.

CORIGLIANO D’OTRANTOdomenica 21 – “Fonì. La voce del borgo”. Una giornata alla scoperta di uno dei borghi salentini più caratteristici organizzata dalla Pro Loco di Corigliano d’Otranto. Sono due i turni (alle 10 e alle 15) del percorso animato con canti e poesie in lingua grika che prende il via da piazza Castello. Si giunge poi al Giardino della Quercia Vallonea, un esemplare di 15 metri che svetta solitario nel cuore della città, per i canti della tradizione e le danze popolari (alle 11) e lo spettacolo teatrale sulla crisi climatica a cura della compagnia “Essenza” (alle 16). Il pomeriggio si chiude con il dj set di Max Nocco e altri che sonorizzano il giardino di via Moncenisio. Prenotazione obbligatoria, visite guidate e ingresso (con green pass) gratuiti. Info: 379/2802903; prolococorigliano@gmail.com

LECCE – domenica 21 – “BOSCO E PALUDI DI RAUCCIO”: il bosco, piccolo polmone verde, luogo dell’immaginario popolato da lupi cattivi e bambini che smarriscono la strada. I boschi rappresentano il confine tra civiltà e natura selvaggia, un ambiente naturale che più di altri ha pagato a caro prezzo il dominio dall’uomo. In occasione della festa dell’albero ci si inoltra nel Bosco di Rauccio immaginando che possa diventare presto una foresta, passeggiando tra i colori e le sfumature dell’autunno con le storie narrate da Stefania Erroi, accompagnati dalle guide del WWF Salento. Appuntamento alle 10 alla Masseria del Parco Naturale Regionale Bosco e Paludi di Rauccio, aperta anche alle visite dalle 10 alle 12.30. Info e prenotazioni: 388/1803302.

LECCE – domenica 21 – “Talee”. Una passeggiata in cinque tappe nella città, tra musica, dialoghi e racconti, per osservare, conoscere e riconoscere la cittadinanza agli alberi, patrimonio della comunità. Gli alberi producono benefici per l’uomo e per l’ambiente ma hanno anche un valore intrinseco come esseri viventi, a prescindere dalle necessità umane. Così il Coordinamento per gli Alberi e il Verde Urbano di Lecce invita a mettersi in camminano per le vie del centro per chiedere all’Amministrazione comunale di dotarsi di tre strumenti di settore per la cura degli alberi e degli ecosistemi urbani: il Censimento del verde, il Regolamento del verde e il Piano del verde. L’iniziativa si chiama “Talee” ed è organizzata in collaborazione con BookCity Lecce e Rosantina, campagna del Sud, con l’obiettivo di “radicare” pratiche di attenzione e, proprio come una talea, moltiplicare la vita. Appuntamento alle 10 in piazza Libertini, nei pressi della porta posteriore del castello Carlo V. Info: alberieverdelecce@gmail.com; 320/3290976, 328/3227129, 335/7731450.

LECCE – domenica 21 – Le Officine Cantelmo ospitano l’incontro “In cammino verso il bosco di comunità”, un momento di condivisione di idee e pratiche con la comunità, per il rimboschimento del territorio salentino, il cui patrimonio arboreo è stato falcidiato dalla Xylella fastidiosa. L’appuntamento voluto dal Comune di Lecce per far conoscere alla cittadinanza il Piano per la rigenerazione agricola e riforestazione del Salento lanciato dal DAJS, Distretto Agroalimentare di Qualità Jonico Salentino e dalla Provincia di Lecce. Dopo l’apertura alle 9.30 del sindaco di Lecce Carlo Salvemini, del presidente della Provincia di Lecce Stefano Minerva e del presidente del DAJS, Pantaleo Piccinno, si prosegue con gli interventi tecnici di Teodoro Miano, vice presidente CIHEAM che si sofferma su “Il Programma di Rigenerazione Sostenibile”, Riccardo Valentini, membro dell’Intergovernmental Panel on Climate Change parla de “Il ruolo delle foreste nella Carbon neutrality”, Nicola Martinelli, Politecnico di Bari, presidente Urban@it racconta “Città, spazi naturali e lotta alla Xylella: un progetto per Lecce” e Fabio Pollice Rettore dell’Università del Salento interviene con “L’Università e la missione ecologica”. Dopo lo spazio agli interventi dal pubblico, esperienze, richieste, buone pratiche da condividere ci si avvia alle conclusioni affidate a Donato Pentassuglia, Assessore all’Agricoltura della Regione Puglia e Anna Grazia Maraschio, Assessora all’Ambiente e Pianificazione Territoriale Regione Puglia. Modera il giornalista Marco Renna.