fbpx
lunedì, Settembre 28, 2020

Urkuma

Ogni oggetto è “instabile”, suscettibile a uno stato di non equilibrio. In dialetto salentino la parola “Urkuma” indica questa proprietà e dà il nome d’arte al musicista Stefano De Santis. Con “Mò no né: non ci vedo dal mio orecchio, non ci sento dai miei occhi”, al Museo Castromediano di Lecce, per #EstateconAMA dell’Accademia Mediterranea dell’Attore e la rassegna “Tempora Contempora”, il musicista e performer scardina la concezione comune di suono inteso come nota, fondendo pietra, musica ed elettricità. Gli strumenti musicali diventano vere e proprie opere d’arte e gli oggetti d’arredo, appartenenti alla tradizione del Sud, mutano la loro utilità trasformandosi in inattesi risuonatori. Inizio ore 21. Biglietto 5 euro.

Info e prenotazioni: 338/3746581.

Data

30 Ago 2020
Expired!

Ora

21:00 - 18:00

Luogo

Lecce
Categoria