fbpx
mercoledì, Ottobre 28, 2020

Canto degli alberi. Antonio Moresco a Lecce

Nelle città vuote della quarantena, la natura si è ripresa i suoi spazi. Le piante hanno riacquistato vigore, macchie di verde hanno conquistato il grigio dei bordi di cemento dei marciapiedi e gli alberi hanno ripreso parola. È dedicato alla natura che riesce insinuarsi tra le rocce e l’asfalto, l’ultimo libro di Antonio Moresco “Canto degli alberi” (Aboca edizioni) ospite a Lecce, alla Biblioteca Bernardini, per l’appuntamento che chiude la programmazione estiva Extra Convitto, progetto del Polo biblio-museale. Autore di culto, tra i più apprezzati scrittori italiani, Moresco incontra i lettori del gruppo di letture Rosantina, campagna del Sud che promuove l’iniziativa insieme al Comitato Verde Santa Rosa.

“Canto degli alberi” è una riflessione sul rapporto di un uomo con la natura arborea, sul dialogo tra umani e il mondo vegetale ma il libro è anche il racconto di come ha affrontato la pandemia e l’isolamento. Lo scrittore ha trascorso la quarantena murato in casa, come tutti, nella sua città natale, Mantova. Di notte, però, esce, si concede di nascosto lunghe passeggiate nella città che dorme. È il risveglio della Natura a sorprenderlo, la sua tenacia: la vegetazione prende vita in posti ostili, tra due muri, intorno ai tombini, persino tra le pietre. Antonio Moresco tende l’orecchio a questa voce silenziosa, “perché noi possiamo parlare solo con chi riesce a sentirci” dicono gli alberi, e consegna un’opera suggestiva e onirica, tra letteratura e filosofia.

L’evento è inserito nel programma degli Incontri del Terzo Luogo, momenti di ricerca sugli spazi “indecisi” della città, organizzato dalle Manifatture Knos.

Inizio ore 18.30 Info e prenotazioni: 0832/373576.

Data

02 Ott 2020
Expired!

Ora

18:30

Luogo

Lecce
Categoria