Dietro ogni prima volta

“L’opposto”, il nuovo libro di Mauro Scarpa, è un romanzo di “trasformazione”, un viaggio per esploratori del cuore, un’avvincente fiaba sportiva e un piccolo trattato di sociologia evolutiva. Sono tanti gli elementi che convivono con equilibrio balistico in queste pagine, destinate solo in apparenza a un pubblico adolescente. Perché lo spaccato che racconta Scarpa appartiene alla generazione che ha attraversato l’adolescenza negli anni ‘90. Un decennio complesso, soprattutto se si vive in un paesino della provincia salentina. La sua capacità di analisi è come uno scandaglio capace di arrivare in profondità di vicende e personaggi senza rumore, con passo misurato. Si confronta con i grandi temi dell’uomo e del suo stare al mondo attraverso topos intramontabili: l’amore, l’amicizia, la famiglia, il cambiamento, la competizione.

Al centro della storia c’è Francesco, la sua passione per la pallavolo, la sua amicizia con Antonio, la sua sessualità emergente, la sua affettività proibita in anni molto meno fluidi di questi. L’amore omosessuale come una rivoluzione interiore ed esteriore. E poi l’ascesa, la liberazione dai freni, il salto e il volo. Intorno, una galassia di personaggi e avvenimenti costruiti con un dispositivo narrativo impeccabile. Sembra di riconoscere, sfogliando le pagine, la dinamicità della penna di Osvaldo Soriano nelle avvincenti scene di azione sportiva, il coraggio di raccontare un amore diverso caro ad autori come Luigi Carrino, e la passione per la letteratura di formazione dickensiana.

A fare da sfondo uno scenario divertente ma a tratti desolante che restituisce vivido un Sud disconnesso dal mondo. A tal proposito il libro è corredato da una sorta di guida ai ragazzi di oggi che leggeranno il libro in cui l’autore spiega le differenze tra le due “epoche”. Infine una toccante introduzione del pallavolista Andrea Zorzi, campione idolo del protagonista del libro e dell’autore, promuove letteralmente “L’opposto” in quella categoria di libri capaci di strappare una lacrima buona. Un libro per ragazzi che piacerà anche ai grandi che non hanno dimenticato l’agrodolce bellezza e l’emozione che si nasconde dietro ogni prima volta.

(di Osvaldo Piliego)

MAURO SCARPA, “L’OPPOSTO”

PP. 116, EURO 15

READ RED ROAD

Acquista su BookDealer