Artigianato, riuso, sapori e libri: tornano a Lecce i Mercatini delle Cantelmo

Oltre 50 espositori, tre giorni di appuntamenti e, per le famiglie, l’occasione di un’immersione nel Natale in città.

L’appuntamento è fisso e atteso a dicembre ogni anno: oggetti d’artigianato, manufatti, creazioni artistiche, accessori per i regali di Natale a Km0 e, anche, per impreziosire le proprie collezioni personali.

I Mercatini delle Officine Cantelmo tornano da venerdì 16 a domenica 18 dicembre (dalle 10 alle 21), organizzati in collaborazione con Regione Puglia e Puglia Promozione, con un ricchissimo programma di iniziative per le famiglie, con presentazioni di libri, laboratori, degustazione di prodotti tipici. E i Mercatini offrono anche una ghiotta occasione ai visitatori: quella di immergersi nell’atmosfera di Natale del centro storico di Lecce. A pochi passi, verso piazza Sant’Oronzo, si può ammirare l’allestimento di luci e l’albero sull’ovale, l’Anfiteatro Romano, il Sedile, la piccola chiesetta di San Marco e, lì, a nei pressi delle Officine, c’è la piccola chiesa Greca, dove si svolgono funzioni di rito bizantino. Da non perdere anche la Basilica di Santa Croce, il Castello Carlo V, la fortezza più grande di Puglia, corso Vittorio Emanuele II addobbato a festa, le sue tante chiese e piazza Duomo, che accoglie e abbraccia il tradizionale Presepe artistico con le statue realizzate dal maestro cartapestaio Marco Epicochi. Sempre a pochi passi dalle Cantelmo, fuori dal centro storico, è infine possibile anche scoprire le Mura urbiche da poco ristrutturate e la Biblioteca OgniBene, presso l’antico complesso degli Agostiniani.

Sono numerosi gli stand, più di 50, che espongono artigianato di qualità e produzioni di arte e design, con uno sguardo particolare per la sostenibilità con riuso e riciclo creativo. Ma non solo esposizioni, venerdì 16 con un doppio turno alle 10.30 e alle 12, si tiene “La magia della carta”, laboratorio di cartapesta leccese a cura di Lorenzo Stomeo e Gabriele D’Aurelio durante il quale i partecipanti possono imparare a vestire i pupi con carta e colla.

Sempre venerdì 16, alle 16.30 le famiglie sono coinvolte in un laboratorio di lettura creativa e sperimentazioni artistiche a tema natalizio, genitori e bambini (dai due anni) possono cimentarsi nella realizzazione di un quadretto con tempere, colori, cartoncini e materiali vari. Alle 18 poi c’è “Storia d’inverno”, laboratorio di lettura creativa e realizzazione di paesaggi innevati destinato a bambini dai cinque anni, in cui le diverse tecniche artistiche sono utili a indagare la dimensione emotiva e immaginifica. Nel corso del pomeriggio, inoltre, alle 17.30 un omaggio speciale è per Christian Bobin, poeta e scrittore francese scomparso poche settimane fa, autore di “Mille candele danzanti” (AnimaMundi) e alle 19 Anna Rita Merico presenta il suo libro “Fenomenologia del silenzio” (Musicaos).

Si prosegue sabato 17 quando dalle 10.15 alle 11.45 si tiene un laboratorio “da leccarsi i baffi”, in cui bambini e ragazzi imparano a preparare i tradizionali “purceddhuzzi” con nonna Marilena, insegnante della scuola dell’infanzia in pensione, che tra un ingrediente e l’altro racconta storie e tradizioni sul tradizionale dolce leccese. Nel pomeriggio appuntamento con “kamishibai”, lettura creativa per bambini e bambine dai due anni, ispirata a “Il regalo di Natale” di Beatrix Potter, e realizzazione di personaggi e ambienti della storia con le tecniche di origami, collage, disegno, dell’illustratrice, scrittrice e naturalista britannica. Alle 18 laboratorio di lettura creative e realizzazione di una ghirlanda ornamentale per bambini dai cinque anni con la sperimentazione di segni grafici di dimensioni diverse. Alle 17.30 Livio Romano presenta “A pelo d’acqua” (Les Flaneurs), romanzo irriverente sulla capacità di imparare dai propri errori, alle 19 Lorenzo Antonazzo presenta il romanzo corale “Le giravole” (Musicaos).

Livio Romano – ph. Sara De Carlo

L’ultima giornata, domenica 18, si apre alle 10.15 (e fino alle 11.45) con il laboratorio “Decoriamo il Natale con alberelli di stoffa” a cura di Lia Gargano per bambini dai quattro anni, che riusa avanzi di stoffa, bottoni, nastri, pon pon e stelline. Alle 16.30 e alle 18 “Eco decori natalizi”, un laboratorio di riuso creativo con materiali di scarto a cura di Casa DLu, durante il quale i bambini dai 5 anni possono apprendere i principi dell’economia circolare, usando materiali di risulta, posa di caffè, segatura, pannolenci, nastri, lana. Alle 17.30 Maria Francesca Mariano presenta “La scialletta rossa. Una donna di mafia” (Santelli), la stoia di una donna a capo di un clan mafioso, alle 19 “Le Imperfette. Storie di donne nell’Inghilterra vittoriana e post vittoriana” a cura di Emanuela Chiriacò con un saggio di Paola Del Zoppo (Primiceri).

Info: 349/4693346. Tutti i dettagli su officinecantelmo.com

Articolo precedentequiSalento 15-31 dicembre 2022 (abbonamento)
Articolo successivoTra passato, presente e futuro, l'”Etnoantropologia gastronomica sallentina” secondo Massimo Vaglio